26/02/2019 - SEMINARIO: LA RESPONSABILITÀ PENALE DEGLI AMMINISTRATORI E DIRIGENTI, LE DELEGHE E PROCURE. STRUMENTI DI OTTIMIZZAZIONE.

Verona, Lungadige Campagnola 5/A, martedì 26 febbraio 2019 ore 15.00/17.30.

A cura dello Studio Legale Santosuosso Avvocati Lexcom

 

All’interno di società strutturate è spesso difficile individuare e ripartire le responsabilità penali di amministratori e dirigenti.

All’interno del Consiglio di Amministrazione sono spesso (ma non sempre) previste delle deleghe a singoli amministratori (delegati) in determinate aree, così come sono spesso (ma non sempre) previste delle procure a dirigenti.

È, tuttavia, frequente che per aree estremamente importanti e delicate, quale la sicurezza dei luoghi di lavoro, non vi siano specifiche deleghe all’interno del CdA, così come i poteri e le attività da svolgere non siano ripartite in maniera chiara e che le deleghe o le procure non abbiano le caratteristiche di validità previste dalla normativa o dalla giurisprudenza.

Oltre a ciò, quasi mai vi è una perfetta coincidenza tra il ruolo previsto dall’organigramma aziendale e l’effettiva attività svolta dall’amministratore o dal dirigente.

Tale situazione comporta rilevanti rischi di subire un procedimento penale pur in assenza di effettivi poteri, in particolare nelle aree di: sicurezza dei luoghi di lavoro, societario, fiscale e tributario, ambientale e in tutte quelle aree nelle quali il rischio è più elevato.

La soluzione è la riorganizzazione di un chiaro ed efficace sistema di deleghe e procure che consenta di individuare e ripartire le attività ed i poteri e conseguentemente limitare ed ottimizzare le responsabilità penali, avuto altresì riguardo delle mansioni specifiche.

In tale contesto, è stato organizzato un seminario di taglio pratico, che riporta le esperienze acquisite nella attività di consulenza di riorganizzazione e ottimizzazione delle deleghe di amministratori e dirigenti.

 

La partecipazione è gratuita previa iscrizione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.