PROGETTO “ETICHETTATURA ALIMENTARE - REG. UE 2018/775 IN MATERIA DI INDICAZIONE DEL PAESE D’ORIGINE O DEL LUOGO DI PROVENIENZA DELL’INGREDIENTE PRIMARIO DI UN ALIMENTO: ADEGUAMENTO PER LE IMPRESE ALLA NUOVA NORMATIVA”

Il nuovo Reg. UE 2018/775, stabilendo le modalità di applicazione dell’art. 26, paragrafo 3, del Reg. UE 2011/1169, rivoluziona le informazioni da fornire in etichetta per diversi prodotti alimentari e comporta l’obbligo di precisare l’origine o la provenienza degli ingredienti primari (ovvero di quegli ingredienti che rappresentano più del 50% di un alimento), qualora diversa rispetto alla dichiarata origine del prodotto alimentare.

Il provvedimento prevede che l’indicazione del luogo di provenienza o d’origine dell’ingrediente primario – che non coincide con il paese d’origine o il luogo di provenienza indicato per l’alimento, possa essere fornita o facendo riferimento alla zona geografica di provenienza (ad. es. UE, non UE, zona pesca FAO, stato o regione di provenienza) oppure attraverso una dicitura che dichiari che l’ingrediente primario non proviene dal paese d’origine o dal luogo di provenienza dell’alimento.

La nuova normativa, di sicuro impatto per le aziende alimentari, prevede tuttavia una serie di deroghe che limitano l’applicabilità del regolamento (fra i prodotti esentati compaiono le indicazioni geografiche protette a norma dei regg. UE 2012/1151 – DOP e IGP -, 2013/1308 – OCM -, 2008/110 – bevande spiritose e liquori - e n. 2014/251 – vini aromatizzati, o protette in virtù di accordi internazionali, e i prodotti che contengono marchi d’impresa registrati che costituiscono un’indicazione dell’origine).

L’obiettivo del progetto è quello di affiancare l’impresa nell’adeguamento dei propri prodotti alimentari alla nuova normativa fornendo una consulenza ad hoc che permetta di non arrivare impreparati in vista della futura applicabilità del Reg. UE 2018/775 (prevista per il 01.04.2020).

Il progetto attivato dallo Studio, in considerazione del rilevante impatto giuridico, organizzativo e commerciale potrà permettere di:

- verificare quali referenze fra quelle prodotte o commercializzate sono interessate dall’applicazione del Reg. UE 2018/775;

- verificare l’eventuale applicabilità delle deroghe previste dal Reg. UE 2018/775;

- applicare soluzioni ottimali che consentano, contestualmente all’adeguamento alla nuova normativa, di non perdere opportunità di mercato e di sviluppare un vantaggio competitivo.

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo studio attraverso l'apposito form, nella sezione contatti.